Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

venerdì 14 luglio 2017

L'ULTIMA TROVATA DI BERGOGLIO: “NON SONO AMMESSI RECLAMI”

Vietato Lamentarsi
Il bizzarro cartello fatto affiggere recentemente dal pontefice sulla porta della sua residenza privata a Casa Santa Marta.

‟LE LAMENTELE CONTRIBUISCONO A FAR SVILUPPARE IL COMPLESSO DELLE VITTIME”



Uno stravagante avviso è apparso recentemente sulla porta nella residenza privata di Papa Francesco a Casa Santa Marta questo avverte tutti i collaboratori del pontefice che "è vietato lamentarsi" perché queste lamentele possono contribuire a sviluppare il "complesso delle vittime" con la conseguente "diminuzione del senso dell'umorismo e della capacità di risolvere i problemi". E quindi si consiglia," di smetterla di protestare ed agire per rendere la nostra vita migliore", praticamente è l'equivalente della "Pasquinata" affissa di recente nelle vie centrali del Vaticano.

Si leveranno adesso, come allora, le invettive dei luogotenenti bergogliani?

Liberamente tratto da un'articolo della corrispondente dal Vaticano Inés San Martín sul sito: | © CRUX | Venerdì 14 Luglio 2017


Eventuali chiarimenti o reclami non sono tollerati, almeno stando a quanto si può dedurre chiaramente dal cartello affisso sulla porta della Camera della Domus Santa Marta, dove Papa Francesco dimora fin dall'inizio del suo pontificato.
"VIETATO LAMENTARSI", si legge scritto a caratteri cubitali, di fianco ad un segnale di divieto di accesso, mentre sotto, a caratteri molto più piccoli, da' informazione che i trasgressori possono essere soggetti alla "sindrome del vittimismo", con relativo abbassamento del tono dell'umore e della capacità di risolvere i problemi. Che dire?
Mi sembra perfetto! ...per un'ufficio di collocamento.

Avanti in Allegria, Ma Nessuno Rompa!


E di seguito: "la sanzione è raddoppiata, qualora la violazione sia commessa in presenza di bambini" (oh poveri pargoli, potrebbero subirne un trauma grave, forse anche peggiore di quello causato dall'odierno sfascio della famiglia [ndr] ).

Il divertente cartello sulla porta di Papa Francesco si chiude almeno con una nota più felice, informando i lettori che "per dare il meglio di voi, dovete concentrarvi sul vostro potenziale e non sui vostri limiti: quindi voi, (cari cardinali e fedeli smarriti), la dovete smettere di "rompere" con i dubia e quant'altro ed agire di conseguenza per rendere la vostra vita (e anche la mia) migliore."

Questo in Estrema Sintesi è il Succo del Discorso!

Il cartello è stato realizzato dallo psicologo e psicoterapeuta italiano Salvo Noé, che lo ha donato al pontefice dopo un'udienza pubblica (a lui si, prontamente concessa!) del 14 giugno. Noé è specializzato in psicologia negli ambienti di lavoro e offre lezioni di benessere alle università, alle forze di sicurezza e alle aziende.

Secondo Tornielli, che ha ottenuto la foto da "un vecchio sacerdote che era con il papa all'inizio di questa settimana", Francesco promise di affiggerlo sulla sua porta d'ufficio, ma visto che sarebbe stato fuori luogo nel Palazzo Apostolico, ha deciso di metterlo invece sulla porta d'ingresso della sua residenza a Casa Santa Marta.

Anche se la camera 201, quella dove alloggia il pontefice, è considerata il quartiere privato del papa, spesso accoglie gente, soprattutto amici di lunga data che non fanno parte della sua agenda pubblica.

FAI CLIC QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO ORIGINALE pubblicato SUL SITO “CRUX NOW”

Nessun commento :

Vuoi commentare questo Post?

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll