Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

venerdì 17 marzo 2017

LA CHIESA AMMETTE: LA POSSESSIONE DIABOLICA ESISTE!

“Ho visto occhi girare dentro le orbite, vomitare oscenità, contorsioni corporee, cattivi odori, diminuzione della temperatura e ho assistito anche a casi di levitazione.”



“Un allarmante aumento di attività demoniache è stato segnalato da coloro che lavorano nel ministero dell'esorcismo”, ha detto l'esorcista dell'arcidiocesi di Indianapolis, Padre Vincent Lampert, “Anche se sono state adottate misure per aumentare il numero di esorcisti, la domanda è ancora inferiore alle richieste.”
Liberamente tratto da un'articolo pubblicato sul sito web: | © CATHOLIC NEWS AGENCY | Venerdì, 17 Marzo 2017


Padre Vincent Lampert è un esorcista dell'arcidiocesi di Indianapolis dal 2005 ed è parroco nella chiesa di San Malachia a Indianapolis. Si è formato al North American College a Roma e assistito a più di 40 esorcismi con Padre Carmine De Filippi, esorcista italiano di lunga data. Anche se l'identità della maggior parte degli esorcisti il più delle volte rimane nascosta, Padre Lampert spesso dà dei consigli per mettere i fedeli in guardia contro il male e trasformarle con la potenza di Dio.

La Chiesa ammette: La Possessione diabolica esiste!


In un'intervista al National Catholic Register, ha detto che vede un numero crescente di persone coinvolte in rituali satanici che si consegnano al male.

“Il problema non è che il diavolo ha alzato il suo gioco, ma che più persone sono disposte a giocare", ha detto padre Lampert. Indicando come cause la pornografia dilagante,l'uso di droghe illegali e l'occulto. “Dove c'è attività demoniaca, c'è sempre un punto di ingresso”, ha detto.


Lo scorso ottobre, Padre Lampert ha incontrato a Roma nel congresso dell'Associazione Internazionale degli Esorcisti, un gruppo di 400 leader religiosi e sacerdoti cattolici. Si tratta di un gruppo di sostegno che si riunisce ogni due anni. Secondo lui, i membri del gruppo concordano sul fatto che vi è un grande bisogno di più esorcisti.

Tuttavia i casi di possessione sono rari, ha spiegato padre Lampert:

“Ho visto solo tre possessioni negli ultimi tre anni, ma c'è anche l'infestazione, la vessazione e l'ossessione.”


L'esorcista ha spiegato che l'infestazione demoniaca accade in luoghi in cui le cose potrebbero muoversi e ci sono forti rumori. Con vessazione, una persona è fisicamente attaccata e potrebbe riportare segni quali lividi, morsi o graffi. l'ossessione demoniaca comporta attacchi mentali, quali pensieri persistenti di corse cattive che attraversano la mente.

“Nei casi di possessione,” ha detto Padre Lampert, “Ho visto occhi girare dentro le orbite, vomitare oscenità, contorsioni corporee, cattivi odori, diminuzione della temperatura e ho assistito anche a casi di levitazione.”


Quando è stato nominato esorcista dal suo vescovo, nel 2005, insieme a lui ne sono stati designati solamente altri dodici. Ha anche detto che adesso negli Stati Uniti ci sono circa 50 altri esorcisti che lui conosce di persona.

La risposta dei Vescovi


I vescovi cattolici sono a conoscenza di un aumento delle segnalazioni di attività demoniaca perché un prete può eseguire un esorcismo soltanto con il permesso episcopale. Secondo il vescovo Thomas Paprocki della diocesi di Springfield, Illinois,

“Il diritto canonico autorizza un vescovo a dare il permesso ad un sacerdote prima che questi possa compiere un grande esorcismo, ma i vescovi non ricevono alcuna formazione formale sul rituale dell'esorcismo.”


Per aiutare i vescovi di supporto, nel 2010, mentre era presidente della commissione per gli affari canonici e la governance della Chiesa per la Conferenza Episcopale degli Stati Uniti, il vescovo Paprocki ha organizzato una conferenza di due giorni su tutti gli aspetti dell'esorcismo.

Come risposta diretta alle esigenze degli esorcisti qualificati negli Stati Uniti, è stato fondato nel 2012 nel Milwaukee l'istituto Papa Leone XII°, con l'intento di sostenere la “formazione spirituale dei sacerdoti per portare la luce di Cristo e dissipare il male”, la quale è iniziata con una serie di incontri informali su richiesta dei vescovi degli Stati Uniti per portare istruzione e formazione per dare anche una risposta alla raccomandazione di papa Papa Giovanni Paolo II affinché ogni diocesi nominasse un esorcista. Un portavoce della Conferenza episcopale degli Stati Uniti ha detto che, anche se idealmente ogni diocesi dovrebbe avere un proprio esorcista, non esistono statistiche sui numeri reali di tali figure.

Mons. John Esseff, presidente del consiglio di amministrazione dell'istituto di amministrazione, è stato uno dei membri fondatori, egli è stato sacerdote per 63 anni ed esorcista della diocesi di Scranton, in Pennsylvania, per più di 40 anni e dà spesso conferenze presso l'Istituto su esorcismo e liberazione.

“Dato che l'accettazione del peccato è in aumento, così, anche, l'attività demoniaca e aumentata” - ha detto mons. Esseff - “I vescovi hanno valutato la necessità di esorcisti più formati, perché in molti casi venivano indicati in tutto il paese casi di diocesi che non avevano esorcisti. Ogni persona dovrebbe essere assistita nella sua diocesi”, ha proseguito il prelato.


L'Istituto Papa Leone XIII° ha laureato nel 2015 la prima classe di 55 esorcisti, sacerdoti e diaconi con il suo programma della durata di due anni. La formazione prevede sessioni di 10 giorni formulate dal Mundelein Seminary dell'arcidiocesi di Chicago, due volte l'anno per due anni. Una seconda classe di 52 si laureerà il prossimo autunno.

“Sono fiducioso che i vescovi stiano diventando sempre più consapevoli del loro ruolo di 'capo esorcista' per la diocesi” - ha concluso il vescovo - “C'è anche ancora una certa resistenza nella Chiesa tra i sacerdoti e vescovi, sulla realtà di Satana, come se ci fosse soltanto il male e non anche il demonio. L'unico che può vincere Satana è Gesù, perche Egli supera il regno del male con la luce. E ogni sacerdote rappresenta Gesù, il diavolo non vede il sacerdote ma vede Gesù.”

Esorcismi minori ed esorcismi maggiori


Il Vescovo Paprocki, che ha anche tenuto lezioni all'Istituto Leone XIII°, ha detto che gli piace sottolineare la differenza tra gli esorcismi maggiori e minori.

“Un esorcismo minore si verifica molto frequentemente nella Chiesa, ogni volta che si celebra un battesimo, questo infatti è un mezzo per respingere satana e tutte le sue opere.”


Un sacerdote non necessita del permesso di un vescovo per fare esorcismi minori in situazioni in cui vi è una qualche cattiva influenza, ha spegato il Vescovo Paprocki,

“è solo questione di pregare Dio per superare le influenze del male.”
“La ragione per cui un grande esorcismo ha bisogno invece, del permesso del vescovo è che in questo caso il sacerdote parla direttamente al diavolo e lo comanda nel nome di Gesù Cristo, di lasciare la persona, e affinché il sacerdote possa essere in grado di farlo, ha bisogno dell'autorità della Chiesa.”


Padre Lampert ha detto che un prete, e anche un laico, può fare preghiere di esorcismo minore perché esse si rivolgono a Dio.

“I fedeli laici non dovrebbero impartire comandi ai demoni”, ha quindi avvertito i laici: "I demoni riconoscono l'autorità dei vescovi e della Chiesa, se si sostiene quest'autorità da soli, si possono verificare spiacevoli conseguenze.”


Ha fatto riferimento all'esempio in Atti 19, 15, quando alcuni esorcisti ebrei cercarono di espellere uno spirito maligno. Il diavolo allora disse: «Conosco Gesù, e so chi è Paolo; ma voi chi siete?» e poi li ha attaccati.

“Non sono gli esorcisti che hanno il potere, - ha concluso Padre Lampert - ma il potere e l'autorità della Chiesa che viene da Gesù Cristo. I cattolici devono comprendere che gli individui non hanno questo potere.”


Padre Lampert mette pure in guardia la gente dal non dare troppa importanza al diavolo:

“L'attenzione dovrebbe essere su Dio e Gesù Cristo. Quando ricordo a me stesso che Dio tutto può, si mette tutto in prospettiva, e la preoccupazione e la paura si dissolvono. Se l'uomo basasse la propria vita sulla fede, il diavolo sarebbe definitivamente sconfitto.”

TIRANDO LE SOMME:

Ogni persona intervistata per questo articolo ha affermato che il lavoro ordinario del demonio è la tentazione, quindi è il peccato che gli dà un punto d'appoggio nella vita delle creature. Tutti i gli esorcisti autorizzati dalla curia consigliano le persone ad avere una vita assidua nella preghiera e salda nella fede, di confessarsi e di ricevere frequentemente l'Eucaristia.

Nessun commento :

Vuoi commentare questo Post?

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll