Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

lunedì 20 giugno 2016

I RAGGI MALATI DEL SOLE BRUCERANNO L'UOMO


L'uomo disprezza il dono della vita, a causa della grave immoralità in cui vive; il maschio si unisce al maschio e la donna alla donna



LUZ DE MARIA: UN INVITO A RIFLETTERE…

SU MESSAGGI E RIVELAZIONI DATI DA GESÙ CRISTO
E DELLA SANTISSIMA VERGINE MARIA


SAN JOSÉ DE COSTA RICA 10 GIUGNO 2016

Dio è Amore Infinito ed in Questo infinito Amore, ci invia Suo Figlio, Affinché da Cristo traspaia il Suo Amore di Padre e L’Uomo possa dire:
“Nella figura di Cristo vedo concretizzato L’Amore del Padre per me, per te, per tutti.”



Dobbiamo conoscere l’Amore Divino, che tutto dà a chi ama!

Noi vogliamo giungere al Padre ed ottenere la Salvezza, ma questo non è gratis.

Abbiamo la ragione, che viene illuminata dalla Grazia dello Spirito Santo, grazie alla quale possiamo vedere nella Croce di Cristo la grande Rivelazione, ossia “l’amore del Padre”, nel quale ciascuno si può addentrare, attraverso la grandezza della Croce.

FORSE A CAUSA DI UNA SCARSA FORMAZIONE RELIGIOSA, MOLTI NON SONO A CONOSCENZA DI QUESTO TESORO NASCOSTO NELLA CROCE, CHE RIMANE IN ATTESA DI ESSERE SCOPERTO.


Mi chiedo: l’uomo può essere così ignorante da non comprendere quello che la Croce ci sta dicendo a gran voce? Non si comprende per mancanza di conoscenza o sarà dovuto all'eccessivo amor proprio?

FRATELLI, QUESTO É L’ISTANTE DEGLI ISTANTI, DOBBIAMO AGGRAPPARCI A CRISTO E ALLA MADONNA, PERCHÉ CI GUIDINO LUNGO LA VIA.


Una via che non fa differenza tra le persone e dove la preparazione accademica non è importante, così come non lo è il denaro o la posizione sociale.

Una via che non è riservata a persone di rango o solo a coloro che entrano al servizio di Dio con il Ministero Sacerdotale o Religioso, ma invece accoglie l’umile, l’analfabeta, la persona di fede, chi vive ed arde nell'Amore Divino.

NON SI PUÒ ESSERE CRISTIANI ONDIVAGHI, VALE A DIRE ESSERLO IN ALCUNI MOMENTI ED IN ALTRI NO.


Il cristiano deve essere costante, deve essere consapevole che ogni atto, ogni opera offerta, viene moltiplicata all'infinito, per la benedizione di tutti, non solo per la singola persona.

Queste cose non si sanno, l’umanità si porta dietro un senso d’indignazione nei suoi stessi confronti, che viene poi riversata in modo violento e furioso su qualcuno o su qualcosa.

In questo momento il male sta generando nell'uomo un sentimento negativo verso tutto quello che ha attorno, incitandolo all'ira e al rancore, che vengono espressi in molti modi, ovunque e contro chiunque.

Noi dobbiamo impegnarci a non dimenticare che dobbiamo sforzarci di vivere in pace.

Sappiamo che fa parte della natura dell’uomo arrabbiarsi, adirarsi, preoccuparsi, ma dobbiamo anche essere in grado di mantenere il controllo su questi sentimenti e possiamo riuscirci con l’aiuto della Santissima Trinità e con il debito impiego del libero arbitrio.

Tramite la televisione e gli altri mezzi di comunicazione sociale, ci giungono costanti notizie allarmanti riguardo alle indebite azioni e reazioni dell’uomo e l’ira non è solo pericolosa, ma è malefica, perché apre la strada al peccato e alla distruzione dello spirito, nonché alla demolizione delle relazioni tra gli uomini.

Non causa solo un danno alla persona, perché l’ira si accompagna a un linguaggio pesante, che porta a reazioni delle quali si serve il male per creare il caos.

Sappiamo che noi tutti abbiamo temperamenti differenti e sappiamo che questi temperamenti a volte, sono all'origine di comportamenti causati da esperienze pregresse ed irrisolte.

Queste traumi comportamentali possono rendere difficoltoso perdonare il proprio fratello e perdonare sé stessi…

Pietro chiese al Signore: “Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello, se pecca contro di me? Fino a sette volte?» e Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette. (Matteo 18, 21. 22)

Viviamo in un periodo molto difficile, di trasformazione, non solamente individuale e personale, ma questo è un periodo in cui l’uomo non va avanti perseverando sotto la guida della Mano Divina, perché ha altri fattori che lo distraggono. È ora più facile che, attraverso radiazioni solari di grande portata, la psiche venga disturbata da un’energia che l’uomo non è abituato a ricevere e che sta causando all'umanità uno squilibrio a livello emotivo.

Se aggiungiamo la mancanza di tranquillità in cui stiamo vivendo, ci rendiamo conto che l’uomo viene reso incapace di accogliere modi diversi di pensare e di ragionare e sotto queste spinte perde il controllo.

Questi fattori non diminuiscono però la gravità di agire nell'ira e non si può addebitare tutto alle onde delle radiazioni solari.

Cristo esige dal Suo Popolo: la Pace.

IN OGNI CASO; NONOSTANTE CI TROVIAMO IN UN MOMENTO COSÌ AGGRESSIVO, LA MISSIONE DEL VERO CRISTIANO È DI DARE AI NOSTRI FRATELLI LA PACE DI CRISTO, QUINDI DOBBIAMO VIVERE IN PACE E DARE TESTIMONIANZA DELLA PACE DI CRISTO.


Stiamo vedendo compiersi la Parola che ci viene data con gli Appelli che riceviamo, gli uomini sono in rivolta dappertutto…
Nei messaggi veniamo allertati sui mali attuali e su quelli che sono in arrivo, affinché l’uomo si affretti a convertirsi. Il demonio va alla velocità del vento, in cerca di qualcuno su cui scaricare la sua vendetta, la discordia, l’incomprensione, di modo che si faccia invadere dall'ira.

Questi sono momenti delicati per i figli di Dio, poiché bisogna invocare costantemente lo Spirito Santo per poter discernere. Noi figli di Dio che ci sforziamo di rimanere fedeli, non solo dobbiamo elevarci in alto come le aquile per ampliare i nostri orizzonti, ma dobbiamo anche affrontare il dolore che i nostri maggiori detrattori siano proprio i nostri fratelli.

Cristo mi ha detto che alcune persone Lo amano per le consolazioni e per le grazie spirituali con le quali vengono confortati in certi momenti della loro vita. E Cristo mi ha detto: “Se sapessero quanto Io li amo e non priverò nessuno della Mia Luce!...”

SEPARARSI DA DIO È LA DISGRAZIA DELL'UMANITÀ.


L'uomo fatica a riconoscere il dardo velenoso del demonio e quando se ne accorge a volte è tardi e a quel punto non gli interessa nemmeno più chiedersi se si trovi sulla retta via.
Questo contamina già dall'inizio quello che l’uomo fa e quindi non ha merito agli occhi di Dio.

Vincere o lasciarsi vincere dipende da noi; opporsi alla tentazione è una cosa buona, ci dà modo di esercitare l’amore per Dio e, vincendo, si cresce e si matura spiritualmente.

L’Amore è molto importante, poiché viviamo in un mondo dove veniamo continuamente messi alla prova nell'Amore, ma dobbiamo addentrarci nell'Amore: “...siate esperti nell'amore ed il resto vi verrà dato in sovrappiù”

QUESTE SONO LE BELLE PAROLE CHE VORREMMO METTERE IN PRATICA, MA NON RIFLETTONO LA REALTÀ CHE STIAMO VIVENDO…


L’uomo, creatura di Dio, si sforza di mettere in pratica la Legge dell’Amore. Ma la stragrande maggioranza degli esseri umani non considera nemmeno il fatto che la vita terrena non è eterna, non pensa allo stato della sua anima, non sa nemmeno cosa sia l’anima, né si ferma a riflettere su quando giungerà il momento della morte…

DOBBIAMO ESSERE SINCERI E RENDERCI CONTO CHE NON TUTTI QUELLI CHE DICONO DI ESSERE CREDENTI SONO PRATICANTI,


si vive con una maschera che non rispecchia la realtà. La grande maggioranza degli esseri umani vivono di apparenze, perché non conoscono nemmeno sé stessi. L’umanità si è allontanata troppo dai valori, al punto che tal volta, essendo diventata autoreferenziale, perde la nozione della realtà e soprattutto del prossimo. Per questo l’uomo sta ingannando sé stesso.

L'UMANITÀ CERCA IL MODO DI ALLONTANARSI DA DIO PER TROVARE LA LIBERTÀ CHE IL MALE GLI STA OFFRENDO E GLI È PIÙ FACILE ALLONTANARSI DA DIO, CHE ALLONTANARSI DAL MALE.


Questo perché, allontanandosi da Dio, la voce della coscienza si affievolisce all'orecchio umano. Quando ci si allontana dalla retta via, la coscienza invia moltissimi messaggi all'uomo che si comporta male, ma la coscienza non viene ascoltata, fino a quando la Volontà di Dio viene tenuta a distanza e viene totalmente sostituita dalla volontà umana mal indirizzata. E allora cosa succede in questi casi? Le cose spirituali vengono abbandonate, rimangono inerti, fino a quando si atrofizzano completamente e ci si dimentica della loro esistenza.

La Sacra Scrittura dice: “Ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa mi è utile; ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa mi edifica.” (1 Corinzi 10,23).

Cosa sta succedendo?… In questo momento l’uomo tende a non mantenere gli impegni, si ribella contro i compromessi, perché i compromessi rappresentano un giogo che mette un freno al libertinaggio. E quindi si sceglie la vita comoda, di domeniche dove non ci sono impegni…

Il prezzo di seguire Cristo è il rifiuto del male, è la rinuncia ed uno sforzo costante, parole che sono forse troppo forti per coloro che considerano il mondo come un luogo dove divertirsi ed evitare di soffrire.

L’incoscienza dell’uomo ha raggiunto livelli impensabili, al punto che si trova una spiegazione per tutto quello che succede e semmai la si inventa, pur di non aver niente da sottoporre al Giudizio di Dio. E si sente chiaramente dire che “Dio è Misericordia, che non vuole che i Suoi figli soffrano…”

Quale Padre vuole che i suoi figli soffrano? Nessuno che ami veramente i propri figli. Ma un Padre saggio, dà ai suoi figli quanto è loro necessario perché aprano gli occhi e vedano su quale strada stanno camminando, specialmente in questo momento, in cui il tempo non è più tempo, ma è solo un istante.

UNA GRANDE REALTÀ CHE LA MAGGIORANZA IGNORA O CHE SI RIFIUTA DI RICONOSCERE, SONO I MOMENTI CHE STANNO PER GIUNGERE.


Quelli in cui, se l’uomo non sarà preparato ad avere Fede nella Parola di Dio, se non avrà la conoscenza e l’Amore, la confusione lo farà schierare a fianco del demonio.

Non saranno segnali quelli che l’umanità vivrà, ma saranno una realtà costante.

CRISTO E LA MADONNA CI INVITANO COSTANTEMENTE A RENDERCI CONTO CHE IL PECCATO NON LO PORTA SOLO L’UOMO CHE LO COMPIE, MA IL PECCATO SI DIFFONDE E VIENE PERCEPITO DA QUANTO COMPIE LA VOLONTÀ DI DIO.


Qui mi riferisco alla Creazione, della quale fanno parte gli elementi, che di fronte a una così grande offesa dell’uomo nei confronti del Creatore, si scagliano contro l’uomo come se non fosse una creazione di Dio.

Dal cuore dell’uomo è nato così tanto male che gli ha offuscato la coscienza ed in questo momento una grande nube oscura è al di sopra di tutta l’umanità, una nube di errori, di conflitti e di apostasia, che si sta diffondendo ovunque e nella quale l’uomo si sta inabissando. Questa nube non si allontanerà dall'umanità, fino a che questa generazione non sarà stata purificata nel crogiolo. L’uomo non ha ancora compreso che Dio è Dio e che l’uomo è soltanto una Sua creatura.

L’umanità è in una situazione di desolazione, per sua stessa volontà, ci resta di toccare con mano la parte più cruenta della strada che porterà al trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

L’ESSERE UMANO HA BISOGNO DI TRASCENDERE DA QUELLO CHE RAPPRESENTA L’IMMEDIATO, DA QUANTO È LIMITATO, ED ATTRAVERSO UNA PERSEVERANTE PREGHIERA, DEVE RIUSCIRE AD UNIRSI ALLA TRINITÀ SACROSANTA E ALLA NOSTRA MADRE SANTISSIMA,


così come abituarsi all'idea di essere custoditi dai Troni, dalle Dominazioni, dalle Potestà, dai Principati, dalle Virtù, dagli Arcangeli, dagli Angeli, dai Cherubini, dai Serafini… L’Ausilio Divino viene disprezzato, e quindi si rimane cobelligeranza che ci porta verso quanto è transitorio.

L’uomo si sta pervertendo sempre di più… con il libero arbitrio si consegna a quanto è peccaminoso, il cuore dell’uomo non ha piacere di fare il bene, l’intelligenza dell’uomo si chiude nell'oscurità in cui vive e alla fine satana approfitta di qualsiasi cosa, per allontanare un uomo che vaga senza volontà, coperto di stracci, di miserie e di fango nauseabondo, nel quale vuole rimanere, pur di vivere del momento.

Cosa possiamo dire della nostra società? Sta vivendo veramente alla giornata, va in delirio e quindi crolla. Questo processo si ripete nella famiglia, nei matrimoni, nel rispetto dei figli verso i genitori, da quello che l’uomo comincia a fare fin da giovane, riguardo al rispetto della Parola di Dio e soprattutto, tristemente, riguardo al rispetto del dono della vita, con l’aborto volontario.

Fratelli: non sto a ripetere gli avvenimenti sui quali siamo stati allertati, ma invece desidero condividere con voi quello che Cristo mi ha detto:

“I terremoti saranno costanti ed aumenteranno di intensità, alcuni avverranno sulle coste e provocheranno tsunami, altri nell'entro terra.

I fenomeni naturali sovrabbonderanno ed avverranno in svariati modi; il clima non sarà mai più lo stesso di un tempo, né il sole brillerà più come in passato, i suoi raggi non scalderanno soltanto, ma bruceranno l’uomo.

I parassiti stermineranno le coltivazioni e la fame si farà sentire; le malattie ideate dagli scienziati e quelle diffuse dalla perversione sessuale, saranno il flagello dell’umanità. L’uomo ha trasgredito la Legge, ha disprezzato il dono della vita, bestemmia contro il Mio Santo Spirito a causa della grave immoralità in cui vive; il maschio si unisce al maschio e la donna alla donna.

A conseguenza di ciò, la coscienza sarà messa davanti a Me e sarà la stessa coscienza umana a dettare il proprio verdetto e ne conseguirà un grande castigo per l’umanità.”


CRISTO MI HA DETTO CHE IN QUESTO MOMENTO LA TRINITÀ SACROSANTA HA DESIGNATO LA NOSTRA MADRE SANTISSIMA AL COMANDO DELLE GERARCHIE CELESTI.


Stanno per giungere le prove più dure per l’umanità, i tentacoli della bestia stanno crescendo e con la caduta dell’economia, l’uomo si consegnerà a colui che farà la sua apparenza in pubblico, all'anticristo.

Cristo mi ha confidato il Suo dolore per la malvagità che sta regnando e a causa della quale perfino i consacrati al Suo Servizio stanno cadendo e mi ha detto:

“Non pregano, hanno dimenticato la preghiera, hanno dimenticato l’amore per il prossimo, hanno dimenticato il Dono della vita e lo trasgrediscono e se tutto questo peccato non bastasse, pervertono gli innocenti. Per questo l’umanità dovrà patire e chi ha permesso questi peccati, dovrà riparare per il male commesso e per il bene che ha impedito…”


Cristo mi ha detto che crediamo di vivere in pace, ma è una falsa pace, perché si sta mettendo in atto la grande guerra, tra false alleanze.

HO VISTO CHE CRISTO ERA MOLTO ADDOLORATO A CAUSA DELLE PERSONE CHE VIVONO LA RELIGIONE A MODO LORO, SENZA RISPETTARE QUANTO DIO CHIEDE ALL'UOMO. É QUESTA LA DECADENZA ALLA QUALE IL DEMONIO PORTA LE ANIME, PER FARLE ALLONTANARE DALLA VERA VIA.


Fratelli:

Preghiamo, ripariamo e siamo quei figli irrequieti che non si accontentano di sapere ma che, sentendo la fiamma ardente dell’amore per il prossimo, pregano anche con la prassi di condividere la Parola Divina, attraverso la testimonianza.

DOBBIAMO ESSERE I FIGLI IRREQUIETI CHE APPROFONDISCONO LA CONOSCENZA DEL VOLERE DIVINO. NOI FACCIAMO PARTE DEL RESTO SANTO, QUINDI TUTTI SIAMO CHIAMATI A FARLO, A VIVERE IN SANTITÀ, COMPIENDO LA VOLONTÀ DIVINA.


Luz de Maria

LIBERAMENTE TRADOTTO DAL SITO INTERNAZIONALE DELLA VEGGENTE: "REVELACIONES MARIANAS"

Nessun commento :

Posta un commento

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll