Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

sabato 12 marzo 2016

PILLOLE DI FEDE - IL VANGELO DEL GIORNO

Gesù cristo

 •  « La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa? »  • 


In quel tempo, all'udire le parole di Gesù, alcuni fra la gente dicevano: «Costui è davvero il profeta!». Altri dicevano: «Costui è il Cristo!». Altri invece dicevano: «Il Cristo viene forse dalla Galilea? Non dice la Scrittura: “Dalla stirpe di Davide e da Betlemme, il villaggio di Davide, verrà il Cristo”?». E tra la gente nacque un dissenso riguardo a lui. Alcuni di loro volevano arrestarlo, ma nessuno mise le mani su di lui. Le guardie tornarono quindi dai capi dei sacerdoti e dai farisei e questi dissero loro: «Perché non lo avete condotto qui?». Risposero le guardie: «Mai un uomo ha parlato così!». Ma i farisei replicarono loro: «Vi siete lasciati ingannare anche voi? Ha forse creduto in lui qualcuno dei capi o dei farisei? Ma questa gente, che non conosce la Legge, è maledetta!». Allora Nicodèmo, che era andato precedentemente da Gesù, ed era uno di loro, disse: «La nostra Legge giudica forse un uomo prima di averlo ascoltato e di sapere ciò che fa?». Gli risposero: «Sei forse anche tu della Galilea? Studia, e vedrai che dalla Galilea non sorge profeta!». E ciascuno tornò a casa sua.
(Giovanni 7,40-53)


MEDITIAMO

Giudeo o galileo? Profeta? Messia? Impostore? La folla si arrovella e si perde in discussioni che possiamo immaginare accese. Gesù è figlio di un giudeo e di una galilea; è nato in Giudea ed è cresciuto in Galilea. I Giudei si consideravano all'epoca Israeliti puri e guardavano ai Galilei come a ebrei “di serie B”. Gesù cerca in tutti i modi di sfuggire a queste etichette—lo abbiamo visto nel Vangelo di ieri—per indicare la realtà più grande del suo essere Figlio di Dio. Cercare di capire Gesù, di studiare la sua figura storica e le sue vicende è giusto e doveroso. Ma interviene Nicodemo a dirci che questa non può essere la via esclusiva da percorrere per il vero discepolo. La conoscenza di Cristo, la nostra professione di Fede in lui, passano da un ascolto della Parola “a cuore aperto”, paziente, umile, libero da pregiudizi e da pensieri preconfezionati.

Nessun commento :

Posta un commento

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll