Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

martedì 22 marzo 2016

BRUXELLES SOTTO ATTACCO: ESPLOSIONI ALL'AEROPORTO E IN METRO, ALMENO 34 SAREBBERO, SINO AD ORA, LE VITTIME


 • &nbspIL CUORE DELL'EUROPA TERRORIZZATO ANCORA DALLA FURIA DEI JIHADISTI ISLAMICI  • 



Urla in arabo, poi le raffiche di mitra e le esplosioni. Il Terminal A completamente devastato: le esplosioni sono avvenute nella sala partenza vicino al banco dell'American Airlines. Colpite anche le stazioni della metropolitana Maalbeek e Schuman.

La punizione è arrivata. Dopo la cattura di Salah Abdeslam la grande paura del governo belga era quella di una immediata ritorsione da parte dei complici ancora in libertà dell’ex terrorista più ricercato d’Europa. Questa mattina, poco prima delle 8 due esplosioni hanno devastato la sala del check di American Airlines all’aeroporto internazionale di Zavendem, lo scalo principale della capitale belga, distante circa 15 chilometri dal centro cittadini. Un’altra esplosione si è verificata nella stazione metropolitana di Maalbeek, a due passi dalla Commissione Ue. Sarebbe stata colpita anche la metro Schuman, a due passi dalle istituzioni europee. L’intera rete metropolitana è stata chiusa. È stata evacuata anche la stazione centrale ferroviaria di Bruxelles, in seguito all’innalzamento al livello 4 quello massimo, dell’allarme sicurezza.

Bruxelles è sotto attacco. L'Europa è di nuovo sotto attacco. Le urla in arabo, le raffiche di mitra sui passeggeri pronti a imbarcarsi, quindi le esplosioni devastanti. Prima è stato colpito l'aeroporto internazionale "Zaventen", poi è toccato alle stazioni metropolitane Maalbeek, che si trova a due passi dalla Commissione Ue, e Schuman. Secondo una prima stima ci sarebbero almeno trentaquattro morti e diversi feriti. Ma il bilancio è destinato a peggiorare.

Città blindata, esercito in strada, traffico completamente paralizzato per permettere il passaggio delle ambulanze. Bruxelles si risveglia in guerra. Sono da poco passate le 8. L'aeroporto di Bruxelles viene scosso due volte, una detonazione dietro l'altra. Il Terminal A viene completamente devastato. In entrambi i casi viene colpita la sala partenze, vicino al banco dell'American Airlines. Tutte le vetrate vanno in frantumi. E i detriti sbalzano ovunque. Un impatto talmente forte da lasciare a terra corpi anche sul marciapiede dell'ingresso della hall delle partenze, davanti all'hotel Sheraton. Subito dopo le due esplosioni, un terzo ordigno è stato rinvenuto inesploso vicino al banco della Brussels Airlines.

Un'altra terribile strage mette in ginocchio l'Europa. Che, a pochi mesi dal massacro di Parigi, si riscopre estremamente vulnerabile. Tanto che in molti si chiedono come sia stato possibile che in un momento in cui l'attenzione avrebbe dovuto essere alta possa essere stato colpito, come se niente fosse, uno scalo internazionale e la metropolitana di una capitale europea. Le autorità hanno subito alzato il livello di allerta a 4, il massimo previsto. E Lodewijk De Witte, governatore del Brabante fiammingo, ha attivato il "piano catastrofe".

Le esplosioni hanno colpito Bruxelles in un momento in cui il Belgio era già in alto stato d'allerta. Venerdì scorso, a Molenbeek, è stato arrestato Salah Abdeslam, il terrorista belga di origini marocchine che aveva condotto gli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi dove erano state ammazzate 130 persone. La stessa procura belga aveva lanciato l'allarme per nuovi attentati terroristici. "Siamo lontani dall'aver risolto il puzzle - aveva ammesso ieri il procuratore federale belga Frédéric van Leeuw - il fatto di aver trovato dei combattenti stranieri dotati di armi pesanti è naturalmente preoccupante - ha aggiunto - è evidente che non erano qui per un pic nic. L'inchiesta dovrà determinare se pianificavano degli attentati". Non hanno fatto in tempo a prevenirli.

Il Giornale | 22 marzo 2016
LEGGI IL CONTENUTO INTEGRALE DELL'ARTICOLO SU: "IL GIORNALE"

Nessun commento :

Vuoi commentare questo Post?

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll