Google+

Cerca un articolo nel blog

Grazie per aver visitato il Blog, adesso sono le ore |

mercoledì 4 novembre 2015

Siria: un Paese sulla Croce



 •   dal 2011 a oggi i morti sono stati 220.000, 11.000 dei quali bambini   • 
Dall'inizio della guerra, circa 3 milioni di bambini hanno abbandonato la scuola. L’aspettativa di vita è scesa dai 79 anni del 2011 ai 55 di oggi. La tragedia che si vive in Siria è ancor più grave per la comunità cristiana, assediata dall'estremismo islamico. I Martiri della Fede, coloro che sono morti pur di non rinnegare la propria fede in Gesù Cristo, si contano a centinaia. Ad Aleppo molti quartieri storicamente cristiani sono ormai deserti.

«Siamo pronti al peggio», ha dichiarato in un incontro avuto con l'Ass. "Aiuto alla Chiesa che Soffre" suor Annie Demerjian.

A circa 200 km a est di Aleppo, nei dintorni della città di Raqqa, nella notte tra il 28 e il 29 luglio 2013, è stato rapito il gesuita italiano padre Paolo Dall’Oglio. Da allora nulla si sa della sua sorte. Anche Homs, antichissima città, è una delle tragiche Stazioni della Via Crucis della Siria. In questa città e nella vicina “Valle dei cristiani” (Wadi al Nasara), migliaia di famiglie sfollate riescono a sopravvivere solo grazie agli aiuti umanitari che la Chiesa locale distribuisce loro. Anche Homs ha avuto il suo Martire della Fede: fu proprio qui che, il 7 aprile 2014, è stato ucciso dall’ISIS padre Frans van der Lugt. In Siria dal 1966, pochi giorni prima di morire aveva dichiarato: «Questo popolo mi ha dato così tanto e con tanta gentilezza. Se adesso soffre, io voglio condividere con lui dolori e difficoltà». Proprio per le famiglie cristiane rimaste nella zona di Homs, “Aiuto alla Chiesa che Soffre – Onlus” lancia due Campagne...LEGGI TUTTO

Nessun commento :

Vuoi commentare questo Post?

Inizio Pagina Su Pagina Giù Fondo Pagina Auto Scroll Stop Scroll